Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale pubblica del Comune di ROMA

Archivio primo piano

Data pubblicazione 02/08/2018

COMUNICATO STAMPA 1 AGOSTO 2018
ANDREA NAPOLETANO NUOVO DIRETTORE GENERALE DI ATER ROMA

Si è insediato oggi Andrea Napoletano quale nuovo Direttore generale di ATER Roma.

Andrea Napoletano, 40 anni, una laurea in giurisprudenza e un percorso professionale nel pubblico in qualità, da ultimo, di Segretario Generale del Ministero dello Sviluppo Economico, e nel privato nel campo della consulenza strategica a imprese e fondi di investimento internazionali, con una vasta esperienza nell'ambito delle politiche pubbliche per lo sviluppo del sistema produttivo e delle strategie di promozione degli scambi commerciali, ristrutturazioni e gestioni di crisi aziendali e dell'attrazione di investimenti in Italia.

Nell'ambito delle istituzioni multilaterali ha lavorato per l'Agenzia ICE dove, tra gli altri incarichi, ha svolto il ruolo di Direttore del Coordinamento dell'area attrazione investimenti esteri e dell'Ufficio promozione investimenti. Dal 2013 ha lavorato presso il Ministero dello Sviluppo Economico prima come Consigliere economico del Vice Ministro con delega a internazionalizzazione, poi come Capo delle Segreteria tecnica del Ministro fino ad assumerne la carica di Segretario Generale.

"Risanare finanziariamente ATER, migliorare l'offerta abitativa e sviluppare strategicamente il patrimonio immobiliare sono i tre filoni su cui si concentrerà il mandato. In continuità con le priorità indicate dal Commissario di ATER e con gli obiettivi delle politiche abitative della Regione Lazio, lavoreremo nei prossimi mesi al rilancio degli interventi di manutenzione e riqualificazione degli immobili e alla rigenerazione urbana del territorio, alla stabilizzazione finanziaria dei conti liberando risorse per lo sviluppo del patrimonio, al miglioramento dei servizi digitalizzando i processi e efficientando il rapporto con gli utenti, alla valorizzazione delle professionalità all'interno dell'Azienda. Trasparenza, legalità, sostenibilità ambientale e investimenti innovativi saranno le linee guida su cui orientare il Piano Industriale" ha dichiarato Napoletano nel dare avvio al suo mandato. Napoletano è risultato il più qualificato al termine di una valutazione seguita a un bando pubblico che ha visto la partecipazione di oltre venti candidati.

‹‹Torna indietro